Let's Play

AESVI

LET'S PLAY:
Il Festival del
Videogioco

Let's Play

Let's Play si racconta a Catania

Tavola rotonda all'università il 23 febbraio

Catania è il centro nevralgico internazionale dell’industria videoludica con innovative start up che abbracciano non solo l’industria del gaming, ma anche il mondo della Sanità, del Turismo, della Cultura, dell’Istruzione e del Cinema.

Quando un videogioco non è solo gioco ma anche un contributo allo sviluppo d’impresa, strumento efficace e creativo al servizio della Cultura, del Turismo, dell’Istruzione, del Cinema e non ultimo della Sanità.

Di questo e molto altro si parlerà alla Tavola Rotonda “Let’s Play: il videogioco tra impresa e cultura”, in programma il prossimo 23 febbraio nell’Aula Magna del Palazzo delle Scienze del Dipartimento di Economia e Impresa dell’Università degli Studi di Catania.

La Tavola Rotonda sarà una preview di LET’S PLAY, il Festival del Videogioco organizzato da Let’s Play srl e Q-Academy Impresa sociale in collaborazione con AESVI, che si terrà a Roma dal 15 al 19 marzo 2017. L’evento sarà un’occasione straordinaria per il pubblico degli appassionati, ma anche per gli operatori e le istituzioni, che potranno confrontarsi insieme sul futuro economico del settore e su tutti gli intrecci, già sviluppati e ancora da sviluppare, tra mondo videoludico e le realtà del patrimonio culturale e turistico, dell’istruzione, della salute, dello sport.

LA SCELTA DI CATANIA

La scelta di Catania per l’organizzazione della Tavola Rotonda si deve alla grande concentrazione sul territorio siciliano di aziende e start up innovative che in brevissimo tempo sono state capaci di ritagliarsi un ruolo di primo piano nel mercato internazionale.

“In questi ultimi anni – spiega Giovanna Marinelli, tra gli ideatori di Let’s Play e Presidente di Q-Academy - è stato fatto tanto per raccontare le potenzialità dei videogiochi e le loro applicazioni nel quotidiano, ma non c’è ancora consapevolezza di quanto questo medium culturale sia evoluto, tanto da essere utilizzato in molti campi, come ad esempio, la didattica. Con questo evento abbiamo voluto fare un passo avanti per portare il dibattito a un nuovo livello, mettendo insieme istituzioni, operatori del settore e giocatori attorno a un unico tavolo per parlare del futuro del videogioco in Italia e acquisire consapevolezza su come i videogame possano cambiare, in meglio, la vita di tutti quanti. E proprio con l’obiettivo di diffondere maggiormente il valore culturale del videogame, il prossimo 23 febbraio saremo ospiti del Capoluogo Etneo per un evento dedicato alle realtà innovative siciliane, organizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Catania”.

I PROTAGONISTI DELLA TAVOLA ROTONDA

Rosario Faraci, Professore Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese all’Università di Catania, Giovanna Marinelli, coordinatore Let’s Play Videogame, Ilaria Amodeo, PR manager di AESVI (Ass.ne Editori e Sviluppatori Videogiochi Italiani) apriranno la Tavola Rotonda alla quale hanno già aderito numerose aziende siciliane che, come detto, porteranno un knowhow già ricchissimo di idee, creatività, passione ed esperienze di lavoro con “mostri sacri” di livello mondiale. Queste le presenze:

- Red Raion, azienda specializzata nella produzione di filmati in realtà virtuale e 5D

- Behaviourlabs, azienda di robotica sociale applicata alla terapia dell'autismo

- RimlightStudios, software house

- Mash& co, start up dedicate allo sviluppo di app educative

- A-Tono, sviluppatore di prodotti e servizi digitali, agenzia di digitalbranding

- Sylphelabs, indie developer

- Shinesoundstracks, etichetta musicale indipendente

Non mancheranno nomi e cariche istituzionali regionali e del Comune di Catania all’appuntamento. Anche Sebastiano Battiato, Presidente del Corso di Laurea in Informatica ha confermato la propria presenza alla Tavola Rotonda, alla quale è prevista, infine, un’ampia adesione di studenti catanesi. Moderatore il giornalista Giovanni Polito.